giovedì 27 luglio 2017

ELWING - 24/08 - LISTA 03

Era rimasta lì, immobile, con le lame sguainate ed i sensi completamente all'erta, il corpo teso e pronto a scattare come una molla. Ma nessun attacco le era arrivato, almeno per ora. Al contrario, lo scarafaggione che aveva preso come bersaglio Kreena era tornato all'attacco, ritrovandosi prima a mordere l'aria con le mandibole e poi, qualche istante dopo, a stramazzare senza vita sotto una crivellata di lame affilate. "Avanti, vieni fuori, ti sto aspettando." Sussurro a fior di labbra il suo, uniche parole che pronunciò mentre attendeva con calma la creatura. Sapeva che sarebbe arrivata. Ma adesso era diventata lei la cacciatrice. Sorrise d'Istinto a quel pensiero, beandosi al contempo del sollievo dato dall'ormai cessato effetto della saliva acida di quelle creature.

[NdG]

Per il DM: AGPG invariato rispetto al precedente.

KREENA - 24/08 - LISTA 03

Il tremore giunse di nuovo, implacabile come la morte stessa: Kreena, pero,' stavolta era pronta ad affrontarlo. Scarto' di lato e lo scarafaggio azzanno' soltanto aria.
"SI!" - strillo' la giovane, un grido liberatorio di paura e furia.
Affondo' la spada con violenza, incontrando solo il carapace. Il pugnale invece affondo' nel ventre molle dell'insetto. La creatura sbatte' l'ultima volta le mandibole, poi un turbine di lame si abbatte' su di lui.
"SI! Beccati questo, bestiaccia!" - grido' di nuovo la ladra, scalciando il corpo gia' immobile.
Poi inspiro', espiro', sorrise. Era viva. Viva e libera dall'assalitore.
Ma non era ancora finita. Strinse le palpebre, afferro' meglio spada e pugnale e si mosse verso la ragazza selvatica. Verso l'ultimo scarafaggio, per impedirgli di raggiungere la preda.

HAZA - 24/08 - LISTA 03

Haza rimase imperterrito nel suo proposito.
Sentiva la carne bruciare ma non volle mollare l'occasione di colpire il prossimo Ankheg che fosse emerso.
Si rendeva conto che quel che stava subendo era ben poca cosa, rispetto a quanto avrebbe potuto fare l'Ankheg a tutto il gruppo appena riemerso indisturbato.

Senti' qualcuno suggerire di colpire al ventre, ma era qualcuno dotato di lame. La sua arma, il mazzafrusto, era molto piu' efficace se calata dall'alto in basso, in senso contrario a quello  dell'emergere dell'animale, che si sarebbe mosso dal basso in alto in cerca della sua vittima.
Rimase fermo nella sua decisione di mirare il rostro sputa veleno, o gli occhi del bestione, per rendergli difficile far danni contemporaneamente a molti di loro.

TANNEN - 24/08 - LISTA 03

Jean aveva capito che non potevano semplicemente difendersi dagli ankheg ed aveva anche capito che il proprietario del cumulo di macerie sotto i suoi piedi era matto per davvero, non era soltanto un modo di dire. Roteò rapidamente le due spade e rimase equidistante tra Kreena ed Elwing, aspettando il primo scarafaggio troppo cresciuto che fosse sbucato dal terreno. La speciale lotteria fu vinta da quello che si era accanito su Kreena. La ragazza era stata abbastanza svelta, avvertita dall'ormai familiare vibrazione che preannunciava l'attacco dei mostri e si era messa in salvo. L'ankheg non si aspettava di trovare il vuoto al posto della propria vittima, ruotò la testa e venne attaccato da tutti i fronti. Per parte propria, il darokiniano attese immobile la frazione di secondo migliore e, non appena il muso della bestia fu concentrato sull'obiettivo in direzione opposta a quella in cui si trovava lui, scattò in avanti mirando al ventre: scansò una delle zampe utlizzando la prima lama direttamente di punta e sfruttando tutto il proprio peso per aumentare al massimo il danno. Mentre la spada destra si conficcava in profondità quasi fino all'elsa, la sinistra era pronta a seguirla con un fendente laterale che evitò facilmente la corazza che avrebbe invece certamente deviato il colpo se si fosse concentrato in un punto diverso. Con uno stridio fastidioso, l'animale stramazzò al suolo mentre Jean recuperava l'equilibrio e le armi dal cadavere.
"Mirate al ventre." Disse semplicemente mentre si concentrava in attesa del prossimo bestione che, verosimilmente, sarebbe tornato ad attaccare Elwing...

DUNGEON MASTER - 24/08 - LISTA 03

[GdR]
«Brucia! Bruciaaaaa! Porco Tarastia, che maleeee!». Il vecchio nano non faceva che correre qua e là a casaccio, urlando di dolore per l'acido che gli stava corrodendo le carni ma senza avere la minima prontezza di spirito per levarselo di dosso (-5pf). D'altronde, non sembrava che fra i presenti ci fosse qualcuno intenzionato a preoccuparsi per lui... anche perché c'era già abbastanza da preoccuparsi per altre cose...

La solita minacciosa vibrazione tornò a farsi sentire, questa volta sotto i piedi di Kreena, ma al contrario che in precedenza - quando era alle prese con l'inaspettato crollo della capanna - la giovane avventuriera non si fece cogliere di sorpresa e balzò prontamente di lato: l'ankheg sbucò fuori, non trovò la preda nel punto previsto, volse la massiccia testa di lato fino ad individuarla, ma il morso gli andò a vuoto. Chi non andò a vuoto - beh, almeno in maggioranza... - fu il comitato di accoglienza che lo stava aspettando: se Indevar mancò miseramente il bersaglio, Kreena stessa fu pronta a rendere pan per focaccia: la sua spada scivolò senza far danni sul corpo del mostro, ma con il pugnale riuscì a penetrare a fondo nel ventre della bestia (4pf). Per l'ankheg però la giornata storta non era ancora finita: Aryn, accorso in aiuto dell'amata, riuscì ad affondargli a sua volta la spada nel ventre (7pf), ma soprattutto Jean, sfruttando la sua innata capacità di attaccare di sorpresa, riuscì ad infilarsi audacemente sotto il ventre dell'insettoide ed ad affondargli sia la spada che il pugnale con colpi devastanti (19+10pf, ankheg morto!).

Il resto del gruppo o stava pronto ad accogliere un possibile nuovo attacco di uno degli altri ankheg o si trovava alle prese con i danni che la saliva acida stava procurando. Issus, rapido e preciso nei movimenti come sempre, riuscì con facilità a districarsi dagli indumenti ed a raggiungere la pelle nei punti nei quali l'acido stava iniziando ad attaccare e, sfruttando un pezzo di stoffa che la sua ragazza gli aveva passato, si liberò in fretta del problema; poi si rimise rapidamente a posto l'equipaggiamento, pronto a riprendere la lotta contro quegli elusivi mostri. Scarlett, visto che Issus se la stava cavando benissimo da solo, passò invece ad aiutare Brom che, alle prese con tutta la ferraglia che portava addosso, stava avendo seri problemi nel liberarsi dall'acido: con l'aiuto della maga riuscì comunque a ripulirsi a sufficienza e subito dopo si affrettò a rimettersi a posto l'armatura ed a riprendere a sua volta le armi in pugno.

Al contrario di questi due, Haza, dibattuto fra l'idea di tenersi pronto per un eventuale attacco e quella di cercare di liberarsi dell'acido, finì per non riuscire a ripulirsi (-4pf), mentre Elwing, colpita solo superficialmente dalla saliva del mostro, scelse di ignorare il dolore e di rimanere piuttosto in guardia contro un possibile attacco (-1pf).

Sorcius intanto era giunto ormai nei pressi di Brom, Scarlett ed Issus, mentre Morgon, intento ad avvicinarsi ad un passo più compassato, era ancora ad una certa distanza ma comunque a portata di tiro con il suo arco (a parte il fatto che la linea di tiro non era granché pulita).


[NdG] Per quanto riguarda quelli alle prese con la saliva acida dell'anhkeg del round precedente: Issus e Brom sono a posto (TS passato), così come Elwing che ha rinunciato a tentare il TS ma ha comunque esaurito il danno subito; Haza ed il vecchio nano, invece, avendo fallito i TS hanno subito danno (4pf e 5pf rispettivamente) e nel prossimo round subiranno ulteriori danni (3pf e 4pf rispettivamente) a meno che riescano a ripulirsi dall'acido.

[NdG] A fronte di specifica domanda, sappiate che quei tesorucci che vi stanno attaccando sono bestiole lunghe sui 2-3 metri e pesanti sui 3 quintali... Anzi, già che ci sono ve ne presento uno: l'unica differenza con quelli che vi ho descritto io è che i miei me li sono immaginati con occhi sfaccettati, tipo mosca, peraltro poco efficienti vista la tendenza degli ankheg a vivere sottoterra.

martedì 25 luglio 2017

HAZA - 24/08 - LISTA 03


Parte dell'acido era finito sullo scudo, e gli basto' scuoterlo per liberarsene.
Lascio' che il resto dell'acido gli corrodesse la carne, adesso che il vecchio nano aveva problemi piu' contingenti che rompere le asce ai nani volenterosi poteva darsi da fare per i propri compagni.
Aveva notato che gli ankheg avevano scelto tre vittime in particolare.
Si reco' di corsa verso la piu' vicina, restandogli a distanza di circa sei passi.
Appena avesse visto spuntare l'antenna di uno di quei bestioni, avrebbe usato il proprio mazzafrusto.
"IO COLPIRO' IL MUSO!" dichiaro' ai compagni.
Se fosse riuscito a rompergli quel dannato rostro sputa veleno, forse quel maledetto avrebbe fatto meno danni.
Era stato fortunato.

VIXIAR - 24/08 - LISTA 03

vixiar si stava allontanando dalla capanna quando l'ankheg attaccò brom e non fece in tempo a fare nulla ma ora era pronto a scagliare la sua magia contro il primo ankheg che fosse sbucato dal terreno.

sabato 22 luglio 2017

GHINO - 24/08 - LISTA 03

Nella confusione seguita agli attacchi degli insettoni, Ghino aveva elaborato una strategia semplice: correre oltre la capanna del mano per cercare di uscire dalla conca su terreni non attraversabili dai bestioni.
Una volta raggiunto l'obiettivo indenne si voltò e realizzò che nessuno lo aveva seguito, piuttosto gli altri avevano fatto il solito casino abbattendo la capanna ed erano ancora sotto attacco.
Ansimando per la corsa attese un attimo, appena in tempo per vedere l'esito orrendo degli ultimi attacchi. Senza perdersi d'animo si prese ancora pochi secondi e poi ripartì, sguainando la spada con un movimento fluido.
Si affiancò a Elwing, decidendo che sembrava la più indifesa fra i compagni attaccati. 
"Ragazzi io aiuto lei...facciamoli fuori questi bastardi..." urlò in modo da rendere partecipi gli altri della sua idea.

ELWING - 24/08 - LISTA 03

Aveva provato a levarsi di dosso quella schifosa saliva ma nulla,niente da fare.Bruciava troppo ed aveva operato decisamente in fretta,per timore di essere presa di sorpresa.Aveva quindi deciso di sfoderare le armi,non più arco ma spada e pugnale,mantenendosi pronta per un nuovo attacco. "Avanti...vieni fuori". Un sussurro appena percettibile quelle parole che uscirono dalle labbra,mentre una calma naturale s'impadroniva di lei,nonostante il bruciore dell'acido che stavolta aveva scelto di lasciar agire.Era la calma del cacciatore,mentre aspettava la sua preda.Rimase immobile,mantenendo la posizione di difesa,con i piedi che sondavano costantemente il terreno e le ginocchia un poco flesse.Mantenne l'intero corpo come se fosse una molla carica,pronto a scattare al minimo segnale della creatura,per balzare di lato,evitare l'attacco ed attaccare a propria volta.Tutti i sensi vennero acuiti al massimo,per riuscire a percepire in tempo l'arrivo dello scarafaggione,mentre con la coda dell'occhio si accorse di quanto le accadeva intorno.Era pronta a ricevere la visita dell'ankheg.

SCARLETT - 24/08 - LISTA 03

Scarlett si spostò a qualche passo di distanza da Issus preparandosi all'attacco dell'ankheg che non tardò ad arrivare. Il bestione uscì dal terreno e, nonostante Brom si fosse prontamente spostato, riuscì comunque ad azzannare e imbrattare di saliva il paladino.
Ignorato invece dall'ankheg, Issus ne approfittò per dare una mano al compagno, e ci riuscì particolarmente bene strappando all'essere quello che doveva essere una specie di grido di dolore... la cosa non prevista era che quei dannati scarafaggi troppo cresciuti fossero in grado anche di sputare a getto l'acido, oltre che usarlo nel tentativo di mordere.
Scarlett sgranò gli occhi per un istante mentre il liquido ustionante raggiungeva Brom, Issus, Haza e il vecchio nano dai dubbi gusti sociali, che prese a correre a destra e sinistra urlando come se lo stessero scannando.
La maga scattò verso Issus estraendo dalle sue borse le prime cose di stoffa che le arrivarono a tiro... e pazienza se si fossero rovinati e bruciati irrimediabilmente: di vestiti e coperte poteva comprarne di nuovi.
Allungò al suo uomo quella che a occhio poteva essere la camiciola con cui dormiva la ragazza, decidendo che il paladino aveva decisamente più bisogno di aiuto di lui. "Issus, cerca di toglierti quello schifo, io aiuto Brom, non so se può farcela da solo..." gli disse iniziando a ripulire l'altro da tutto l'acido che lo copriva, a partire dal viso e dai punti dove l'acido sarebbe potuto passare sotto l'armatura . "Cerca di resistere Brom, ti aiuto a pulirti...Non posso esserne sicura ma credo che l'ankheg non sbucherà immediatamente di nuovo, quindi abbiamo qualche istante...o almeno spero." spiegò frettolosamente cercando di eliminare la sostanza vischiosa meglio che poteva, mentre cercava di tenersi anche concentrata per sentire la vibrazione che segnalava l'arrivo del bestione.
"Spero non te ne sia finito troppo sotto l'armatura... dove riuscivo ho provato a togliertelo..." commentò Scarlett, quasi più per tenere l'uomo concentrato e al contempo verificare che non perdesse i sensi per il dolore. 
Gettò un'occhiata ad Issus, per accertarsi delle sue condizioni, quindi spostò velocemente lo sguardo sul nano che stava correndo come una trottola impazzita. "Smettila di agitarti e pulisciti con qualcosa altrimenti il dolore non passerà!" gli urlò nel tentativo di farlo ragionare... anche se dubitava seriamente di avere qualche possibilità in merito. Quindi decise di non sprecare altro fiato: gli aveva detto cosa fare, se voleva ascoltarla bene, altrimenti peggio per lui. Tra tutti i presenti era sicuro quello di cui meno le interessava, a maggior ragione dato che non si era comportato propriamente bene con loro, e in quel momento Scarlett non aveva tempo da perdere dietro a qualcuno che non aveva nessuna intenzione di collaborare.
Sentiva le mani scottarle attraverso la stoffa che stava usando per pulire Brom. "Vuoi una pozione?" chiese guardando le ustioni dell'uomo.

giovedì 20 luglio 2017

DUNGEON MASTER - 24/08 - LISTA 03

L'ormai familiare vibrazione annunciò a Brom che un ankheg stava per sbucargli sotto ai piedi: questa volta il paladino però era pronto e con un balzo laterale riuscì ad evitare di venire lanciato in aria dall'attacco del mostro. Quest'ultimo nell'uscire dal terreno parve per appena un istante disorientato dal non trovare la sua preda inerme, ma con una rapida torsione della testa riuscì comunque a raggiungere il suo bersaglio (8pf), spruzzandolo poi con la sua saliva acida (2pf). Incurante del danno subito, il paladino reagì prontamente ed a sua volta colpì l'insettoide nel ventre (8pf).

Allo stesso tempo Issus, che si era tenuto pronto ad agire non appena percepita la vibrazione nel terreno, balzò addosso all'ankheg approfittando della tendenza dell'essere a concentrarsi completamente sul bersaglio prescelto; la punta della spada tuttavia colpì con un angolo inefficace il ventre dell'essere e scivolò via senza far danno, mentre il pugnale che teneva nella sinistra giunse a bersaglio e penetrò a fondo proprio nel punto di giunzione fra due placche addominali (0pf+20pf). Ferito gravemente, l'ankheg emise un acuto suono sibilante e con esso un largo spruzzo di saliva acida che investì in pieno Brom e più di striscio Issus, Haza ed il vecchio nano, dopodiché tornò ad immergersi nel terreno. (Brom 22pf, dimezzati per TS passato; Issus 10pf, dimezzati per TS passato; Haza 10pf, dimezzati per TS passato; vecchio nano 12pf, dimezzati per TS passato).

Non vi era invece traccia degli altri due ankheg, per cui Kreena approfittò dei pochi secondi di tregua per ingurgitare in fretta una pozione di cura (4pf), subito imitata da Indevar, che lanciò un incantesimo di cura a favore di Elwing (5pf). Quest'ultima intanto era indaffarata nel tentare di ripulirsi dagli schizzi di saliva dell'ankheg che l'aveva attaccata poco prima: tuttavia, forse per il bruciore o forse per la fretta, non riuscì a ripulirsi a dovere e l'acido continuò a roderle le carni (2pf, ma può ritentare il prossimo round). Infine, resasi conto che il pezzo di tela che stava usando pareva ormai sul punto di passarle l'acido anche sulle dita, decise di lasciar perdere per il momento e di apprestarsi piuttosto a ricevere la visita dell'ankheg.

Nel frattempo gli altri avventurieri, che ormai parevano aver deciso che fosse meglio affrontare gli insettoidi anziché tentare fughe disordinate, si stavano tutti chi più chi meno apprestando a fornire ai mostri un'adeguata accoglienza non appena avessero deciso di farsi vedere fuori dal sottosuolo: i due maghi parevano pronti a lanciare un qualche incantesimo dei loro, i due elfi si stavano riportando a distanza di tiro per tentare la sorte con le loro frecce e tutti gli altri, armi in pugno, attendevano gli eventi.

Il vecchio nano, invece, ebbe una reazione inaspettata nel momento in cui parte dello spruzzo acido dell'ankheg lo investì: fino ad un attimo prima stava sbraitando e bestemmiando alla vista della sua dimora in rovina, senza cessare la valanga di parole miste fra nanico e comune anche mentre si stava chinando per riprendersi la sua ascia, ma non appena venne raggiunto dal liquido corrosivo cacciò un urlo disumano e cominciò a correre di qua e di là a casaccio, lamentandosi in maniera fin spropositata per il bruciore e senza tuttavia fare nulla per liberarsene...


[NdG] Per i personaggi che sono stati spruzzati dalla saliva: ad ogni turno devono tentare di ripulirsi (se vogliono), altrimenti continuano a subire danno da acido, nella misura di 1pf di meno che nel round precedente ad ogni round, fino ad esaurimento. Il successo nel ripulirsi viene dato da un TS su DEX; l'aiuto di un altro PG nel ripulirsi fornisce un bonus al TS in funzione di chi è il PG che aiuta.

KREENA - 24/08 - LISTA 03

"Ombra"
Kreena strinse i denti, rialzandosi a stento sulla gamba ferita.
Sangue le scendeva anche dal sopracciglio destro e la schiena le faceva un male d'inferno. La situazione era seria, lo sentiva. Un altro attacco, forse l'avrebbe retto. Un secondo e sarebbe stata la
fine.
Con la coda dell'occhio vide Aryn colpire la bestia che l'aveva assalita.
"Buzzurro!" - chiamo' con un certo sforzo - "Io li attiro, tu colpisci duro"
Poi frugo' nello zaino, stappo' e bevve una pozione.

NdG
Kree e' messa davvero maluccio... :(



Kreena scosse il capo.
"Non vicino. Io qui, tu li'" - scandi' la giovane con decisione.
"Non badare a me, colpisci quando arriva!"

TANNEN - 24/08 - LISTA 03

Da sempre, a Darokin, si utilizzava una colorita espressione per definire con un margine di errore piuttosto ridotto qualunque situazione assimilabile a quella che Jean e gli altri stavano vivendo al momento. La paternità della stessa - secondo la leggenda - si doveva al garrista  Baraldo Colestri, che venne scoperto nel bel mezzo di una ardita rapina ai danni del Palazzo della Gilda dei Mercanti. L'affronto fu considerato dal giudice talmente importante da commutare l'usuale pena pecuniaria e detentiva in una di morte, che potesse essere l'esempio per tutti i giusti della nazione. L'idea fu di lasciare la scelta a Luciano Anatolius, uno dei leader indiscussi della GIlda e che sarebbe stato il più esposto economicamente in caso di riuscita del colpo. In modo probabilmente troppo cruento, Anatolius stabilì che Colestri ed i suoi complici sarebbero stati buttati a piedi legati in una enorme buca profonda cinque metri che loro stessi avrebbero scavato. La buca sarebbe stata riempita di escrementi ed urina da tutti i cittadini che avessero a cuore la giustizia per i successivi giorni, fin quando il livello non avesse raggiunto i tre metri. Se qualcuno fosse riuscito ad uscirne, avrebbe ottenuto la grazia... Contro ogni pronostico, fu proprio Colestri l'unico a completare l'improbabile impresa. Da quel giorno, non fece che ripetere che "aveva rischiato di affogare in un mare di merda".
Jean aveva sulle labbra quella precisa affermazione, mentre osservava i membri del gruppo cercare di mettere in atto una strategia di qualche tipo. Purtroppo nessuno pareva intenzionato né interessato a comunicare le proprie intenzioni agli altri. Accanto a lui il paladino aveva deciso di mettersi schiena a schiena con Kreena al fine di proteggerla... 
"Aryn, se le stai così appiccicato finirete a terra entrambi. Quella bestia continuerà comunque a bersagliare lei!" 
Dovevano trovare una strategia comune e dovevano farlo in fretta. La priorità, a quanto pareva, era quella di concentrarsi sull'ankheg che stava attaccando la donna...

VIXIAR - 24/08 - LISTA 03

Vixiar si portò presso la casa crollata per rendersi utile ma un nuovo assalto degli ankheg colpi le 2 ragazze.
Ormai era chiaro che l'obiettivo erano i 3 prescelti; non era chiaro se ci fosse un quarto ankheg che ancora dove attaccare.
a quel punto vixiar dovette assumere un rischio: si allontanò sia dalle ragazze che dal paladino in una posizione in cui li poteva vedere tutti contemporaneamente per preparare un incantesimo.
Sentì Aryn chiamare kreena, avrebbe voluto digli di non stargli così vicino perchè l'ankheg avrebbe fatto volare in aria anche a lui limitandogli la possibilità di intervenire in caso di caduta. secondo vixiar ogni armigero doveva posizionarsi nei pressi di un bersaglio pronto a intervenire.
Ma vixiar doveva preparare l'incantesimo e non era certo lui l'esperto di tattiche quindi iniziò a recitare una formula.

ARYN - 24/08 - LISTA 03

Aryn si voltò velocemente verso Kreena, stava sanguinando vistosamente, non potevano andare avanti così e fare da esca poteva essere pericoloso.

-Kree! Stammi incollata alla schiena, se quel coso morde ancora dovrà vedersela con le scaglie del Drago Nero e con il mio scudo!-

L'idea del Paladino era semplice quanto pericolosa...fare da scudo e tentare di uccidere la bestia prima che essa potesse uccidere loro.

martedì 18 luglio 2017

MORGON - 24/08 - LISTA 03

Morgon partì di corsa dopo l'ultimo attacco.
Si diresse verso la baracca per vedere se qualche compagno aveva bisogno d'aiuto, ma soprattutto, ed un poco della cosa si vergognava, per controllare se ci fosse qualcosa che potesse aiutarlo a colmare la lacuna in merito al ricordo riguardante quei mostri.
Doveva ricordarsi, perchè sapeva di averlo letto, su come facevano quelle dannate creature ad individuare le loro prede.

ELWING - 24/08 - LISTA 03


Si era da poco rimessa in piedi ed aveva appena finito di recuperare e controllare le armi, che una vibrazione scosse il terreno sotto di lei, con molta più violenza di prima. Pochi secondi dopo, uscirono allo scoperto due di quei bestioni ed attaccarono sia lei che Kreena. Altro che odore, ormai era chiaro che ce l'avevano con loro e che le avevano prese come bersagli scelti. Non fece in tempo a spostarsi per evitare la creatura, in un attimo si ritrovò sbalzata indietro ed avvertì stavolta fitte al fianco destro, probabilmente costole dolenti a causa della rovinosa caduta, che le fecero perdere fiato e gemere di dolore. Aveva da poco toccato il terreno che lo scarafaggione le era addosso e stavolta il suo attacco passò completamente le sue difese. D'istinto alzò il braccio sinistro, almeno per proteggersi addome e volto, e la carne dell'avambraccio venne lacerata dalle poderose mandibole, mentre saliva acida la bruciava ulteriormente. Stavolta, non potè far a meno di stringere i denti per il dolore, disegnando una smorfia sulle labbra ed ingoiando un grido soffocato. Una volta compiuto l'attacco, la creatura come al solito scomparve sotto terra. Si rialzò con calma, stavolta a fatica, e la prima cosa che fece fu cercare qualcosa, qualunque cosa che potesse essere in grado di levarle quella robaccia che le stava bruciando la pelle, facendole sentire un mare d'inferno. Lo sguardo chiaro cadde sulle lenzuola del letto del nano e sulla coperta annessa. Senza pensarci troppo, mosse pochi passi verso di esso, per poi cercare di togliersi la saliva acida con la stoffa. Nel farlo strinse di nuovo i denti dal dolore, strusciare la stoffa sulla ferita aperta faceva male, ma doveva provare a levarsi quella roba di dosso. Se ci fosse riuscita, avrebbe usato le stesse lenzuola almeno per fasciarsi la ferita al braccio e solo in seguito si sarebbe preparata come poteva all'arrivo dello scarafaggione. Perchè, ormai ne era certa, sarebbe tornato.

ARYN - 24/08 - LISTA 03

Aryn colpì al ventre quel mostro maledetto, la spada lacerò l'addome della bestia segno che quella zona era più vulnerabile ai suoi colpi. Non è che ci fosse molto altro da stare sereni, Kreena era stata colpita di nuovo e se riusciva a colpire quel coso solo ognio volta che lui cercava di uccidere Kreena... No non poteva continuare così a lungo...

Il Paladino si guardò velocemente attorno poi tornò a stare vicino a Kreena per tentare di difenderla...per quanto possibile almeno...

SORCIUS - 24/08 - LISTA 03

Era stato inutile attenderli li nella radura....

Sorcius rapidamente si diresse verso la capanna, rimanendo lateralmente verso il bosco, con l'arco pronto a tirare appena le bestie si fossero mostrate....
Il suo bersaglio sarebbe stato il ventre vulnerabile!!

"L'idea di usare quegli scudi e quelle armature, mi pare saggia! Se è l'odore a guidarli, con quegli oggetti dovreste sicuramente confonderli" disse....

SCARLETT - 24/08 - LISTA 03

Scarlett si spostava mantenendosi a fianco di Issus, lo sguardo le saltava a destra e sinistra mentre osservava la situazione cercando di farsi venire un'idea...
Notò il vecchio nano in spalla ad Haza svegliarsi e la maga sbuffò un po' contrariata. "Ecco, come non detto." borbottò. In un'altra situazione pazienza, ma con gli ankheg ben decisi a farsi uno spuntino, sarebbe stato sicuro meglio addormentato, invece così dovevano occuparsi sia dei bestioni che del nano sociopatico.
Il terreno esplose di nuovo sotto i piedi di Kreena ed Elwing rendendo palese che non era un solo ankheg a portare gli attacchi, erano tre contando anche quello che aveva attaccato Brom precedentemente. 
"Brom, fa' attenzione, l'altro sta certamente venendo da te!" avvisò  il paladino, quindi si voltò verso Issus. "è meglio stare attenti quando siamo nei pressi di Kreena, Elwing e Brom perchè quei cosi ce l'hanno con loro...ma dobbiamo trovare il modo di farli fuori, o andarcene sperando non ci seguano! Sicuro è che colpirli non sarà facile maledizione!"

HAZA - 24/08 - LISTA 03

GDR:
Il vecchio non era affatto svenuto. Meglio per lui.
I suoi pugni erano comunque ridicoli, ed Haza non lo lasciò scendere ancora, ma nemmeno si mosse verso la foresta come aveva programmato.
"Smettila vecchio! Devo aiutare i miei compagni. Non costringermi a rimetterti a nanna!"
Si voltò in modo che il nano vedesse lo scempio della sua capanna.
"Ci hai già rimesso la casa. Se muore qualcuno di loro giuro che ti faccio marcire nelle prigioni di Fortebastione!"
A quel punto lo fece scivolare dalla spalla, perché rimettesse i piedi al suolo.

NDG:
Haza cita qualche rinomata Fortezza nanica, se in questa ambientazione non esiste Fortebastione.
;-)

lunedì 17 luglio 2017

DUNGEON MASTER - 24/08 - LISTA 03

[NdG] Purtroppo temo che non tutti avessero capito bene le informazioni sugli ankheg: si tratta di esseri pressoché sprovvisti di intelligenza, per cui una volta individuato un bersaglio si accaniscono su quello fino ad ucciderlo, ignorando del tutto eventuali altri bersagli anche se più vicini. Nani, elfi e mezzosangue comunque esclusi da ogni attacco, ovviamente. Questo significa che, essendo stati finora attaccati tre personaggi, ossia Kreena, Elwing e Brom...  ^_____________________________
_________^

[NdG] Altra cosa: l'incantesimo di Sonno viene spezzato se l'addormentato viene disturbato troppo: caricarselo in spalla è ovviamente condizione più che sufficiente per questo. Tuttavia, essendo io un DM di buon cuore, ho deciso di assegnare una probabilità di risveglio per il nano: l'esito lo troverete più sotto...  ^_______________________________________^

Round 7
=======

La forte vibrazione del terreno sotto alla capanna fa subito capire a tutti che un nuovo attacco sta per aver luogo: anzi, questa volta la vibrazione è molto più forte che in precedenza, ed infatti... quasi simultaneamente il terreno esplode verso l'alto sotto i piedi sia di Kreena che di Elwing: purtroppo, essendo ambedue ancora intente a rimettersi in piedi ed a recuperare le armi dopo il crollo del tetto, non hanno alcuna possibilità di saltare via ed evitare il pericolo. Come in precedenza, anche questa volta i mostri scompaiono sotto terra subito dopo aver portato il loro attacco; tuttavia, essendo accorso in aiuto dell'amata, Aryn è ormai a portata per provare a colpire uno dei due ankheg prima che si metta in salvo sottoterra...

Ankheg 1: attacca Kreena, che subisce 2pf per la caduta e 9pf per il morso delle mandibole, ma nessun danno a causa della saliva acida
Ankheg 2: attacca Elwing, che subisce 4pf per la caduta, 9pf per il morso delle mandibole e 3pf per la saliva acida (altri 2pf nel prossimo round ed 1pf nel successivo, a meno che non riesca a ripulirsi in qualche modo)
Aryn, spada contro ankheg 1: colpisce nell'addome e causa 6pf

Haza prende in spalla il vecchio nano, che disturbato nell'incantesimo di Sonno si risveglia ed inizia a dibattersi ed a colpire Haza con i pugni, senza causare per ora alcun danno. Malgrado questo, Haza riesce a mantenersi in spalla il vecchio, ma per il momento ancora non riesce ad incamminarsi in nessuna direzione.

Indevar si rialza in mezzo alle macerie e prende in mano la mazza ferrata. Pare che abbia superato lo shock...
Sorcius e Morgon continuano a camminare verso la capanna (a meno che mi arrivi un AGPG in cui viene specificato che corrono...).
Scarlett ed Issus si spostano lungo il sentiero, correndo verso i compagni.
Filth corre verso la capanna, disarmato come sempre.
Ghino ha completato l'aggiramento della capanna e si trova sul retro della medesima.
Brom si rialza, impugna le armi e si tiene pronto per l'eventuale ricomparsa degli ankheg.
Vixiar va verso la capanna, dove non trova nessuno bisognoso di aiuto almeno fino al momento in cui i due ankheg sbucano dal terreno; poi però è troppo tardi per fare altro.
Jean, che al pari di Kreena ed Elwing è intento a rimettersi in piedi ed a recuperare le armi, non riesce a reagire in tempo all'attacco dei due ankheg (pur essendo pienamente a portata per farlo).


[NdG] Ora che i personaggi hanno avuto modo di osservare meglio gli ankheg, risulta chiaro a tutti che sono molto più vulnerabili sull'addome piuttosto che sul dorso. Di conseguenza con archi e frecce e con armi da botta risulta molto difficile colpirli all'addome: regolatevi! Nei prossimi AGPG indicatemi anche in che parte del corpo degli ankheg volete portare i vostri (eventuali) attacchi.
 
 

sabato 15 luglio 2017

HAZA - 24/08 - LISTA 03


Un secondo episodio come quello di poco prima, e il nano si sarebbe sia svegliato che ferito ulteriormente.
Aveva lasciato a terra l'arma del vecchio nano, sia per disarmarlo in caso di risveglio che per non appesantirsi ancora di piu', ma mentre lo trasportava si rese conto che l'armatura indossata dal bel addormentato era molto peculiare.
Chissa'... se solo fossero sopravvissuti, avrebbe indagato sulle qualita' di quella strana corazza.
Che fosse giunto il tempo di non ricordare piu' una mummia imbalsamata col proprio armamentario?
Esattamente quel che aveva pensato. Rimanere svenuti o addormentati in mezzo ad un campo di battaglia, che ha la tendenza a sbatacchiarti per aria esplodendoti sotto i piedi, non era certo una buona idea.

ELWING - 24/08 - LISTA 03

Era lì, in equilibrio su quel tetto malridotto di una casupola ancora più malconcia, arco in mano, incoccato, pronta ad agire. Aveva sorriso d'Istinto sentendo le parole di Jean, in modo ironico, ma la sua attenzione era rimasta tutta in avanti, verso coloro che erano rimasti indietro. Aveva aspettato con calma, come un cacciatore che attende la propria preda, non curandosi della scaramuccia che stava avvenendo tra i due nani. *Finalmente.* pensò la ranger nel vedere Morgon muoversi verso la casa e con gli occhi lo seguì lentamente, sondando i dintorni, sempre alla ricerca di quei bestioni, mentre la testa riorganizzava idee ed informazioni avute poco prima dallo stesso bardo su quelle creature troppo cresciute. Poi, la sua attesa sembrò essere premiata, perchè uno di quegli enormi scarafaggi sbucò proprio sotto i piedi del paladino, scaraventando indietro lui ed i due nani.
"Sei mio..." Poco più di un sussurro furono quelle parole, mentre già era pronta a tendere l'arco per colpirlo...se non fosse che uno del gruppo, Indevar, colto dal panico, era salito sul tetto, facendolo crollare sotto il peso aggiuntivo, mentre l'Ankheg spariva di nuovo sottoterra. In pochi istanti si ritrovò in terra, dentro il cumulo di macerie del tetto, con la schiena già ammaccata dalla precedente caduta che le lanciava fitte un pò più fastidiose. "Dannazione!" Si ritrovò ad imprecare a denti stretti, mentre si rialzava ed usciva dall'ammasso di macerie, lanciando di sfuggita uno sguardo torvo ad Indevar. La prima cosa che fece fu controllare il proprio arco, ma fortunatamente non aveva subito danni ed anche gli altri stavano abbastanza bene, nonostante la caduta. Ascoltò il dire di Scarlett, ma non le rispose nulla, semplicemente incamerò ulteriori informazioni ed ipotesi della Maga, mentre lo sguardo chiaro sorvolava quel che rimaneva della catapecchia. Poi, le venne un'idea. 

"Ma certo, l'odore!Fino a prova contraria non attaccano i nani...e qui c'è un sacco di roba che puzza di nano.Ed in ogni caso, per quanto siano creature strane, non credo che attaccherebbero qualcosa che potrebbe assomigliare ad un loro simile...e probabilmente come dici tu, Scarlett, armature e scudi sono fatte col loro carapace...."

Parlò quasi a se stessa, esternando ragionamenti, mentre il corpo seguì l'idea che aveva in testa. Cercò armature che potessero andarle bene, anche solo pezzi di esse, alternandole, se trovati, magari con qualche indumento nanico. L'obiettivo?Voleva adattarsele addosso, sulle proprie forme, in modo temporaneo, affinchè mascherassero il suo odore. Era un tentativo naturalmente, ma chissà, magari poteva funzionare. Solo ad opera di camuffamento terminata, si sarebbe spostata velocemente da lì.

[NdG]

Prenderlo come AGPG. Elwing cerca armature (complete o a pezzi) ed indumenti del nano da mettersi addosso con l'obiettivo di camuffare il proprio odore (le armature dovrebbero essere fatte di ankheg ed i nani non vengono attaccati dai bestioni).

venerdì 14 luglio 2017

VIXIAR - 24/08 - LISTA 03

prima l'uscita dell'ankheg, poi il crollo della capanna: la situazione si stava facendo parecchio confusa.

la maga addormentò il pazzo e questo rese superfluo l'intervento di vixiar.

viaxiar si sentiva scottare la terra sotto i piedi prima o poi sarerbbe toccato a lui assaggiare il morso dello scarafaggione, voleva lasciare tutto così come stava e riprendere il più velocemente il sentiero ma fece uno sforzo di volontà e rimase in attesa che il gruppo decidesse cosa fare.
nel frattempo, si recò verso le macerie per accertarsi che i compagni non avessero bisogno di aiuto.

ndg per dm:
vixiar si reca alla baracca, osserva la situazione e aiuta chi ha bisogno di aiuto.
se ci sono dettagli da aggiungere alla precedente descrizione fai pure.